Dottore di ricerca in archeologia pubblica presso l’Università di Pisa, la sua attività di ricerca copre vari temi relativi alla partecipazione del pubblico in archeologia. In particolare, si è occupato del ruolo dei video nella comunicazione e nell’interpretazione archeologica, dello storytelling nella comunicazione museale e, per il dottorato, della valutazione della partecipazione del pubblico in tre siti archeologici in Toscana. Dal 2007 fa parte del team del progetto di archeologia pubblica, condivisa e sostenibile “Uomini e Cose a Vignale”. Nel 2015 ha curato insieme a Cinzia Dal Maso il volume “Archeostorie manuale non convenzionale di archeologia vissuta” (Cisalpino). È blogger di Archeokids e coordinatore di Archeostorie. Journal of Public Archaeology. Ha collaborato con il Museo Archeologico Nazionale delle Marche e la Direzione regionale per i beni culturali e paesaggistici delle Marche e svolto tirocini all’interno dei progetti europei EMOTIVE presso l’Agorà di Atene e NEARCH a Leiden. Sono convinto della centralità del rapporto con il pubblico nell’archeologia del presente e del futuro.
Francesco Ripanti è autore per WikiScuola di ARCHEOKIDS. Archeologia alla primaria