Percorsi di cittadinanza

Formatori
Tomaso Montanari
Stefano Caserini
Rosy Russo

Coordinatore
Andrea Franzoso

Modalità
Webinar + Asincrono

Durata
12 ore

ID S.O.F.I.A
87815

 

79

- +
Tutti i corsiScuola PrimariaScuola secondaria di primo gradoScuola secondaria di secondo gradoSincronoAsincrono
Tags:

È possibile iscriversi al corso in qualsiasi momento*
*Chi non potesse partecipare alle lezioni in sincrono troverà a disposizione sulla piattaforma e-learning di WikiScuola le registrazioni ed i materiali di studio del corso, senza limiti di tempo.


Il corso è acquistabile con:

CARTA DEL DOCENTE
PAYPAL
CARTA DI CREDITO
BONIFICO BANCARIO
IBAN: IT32K0501801600000011713849


Descrizione


Seminario di educazione civica in tre tappe:

  • la prima sulla Costituzione: assieme al professor Tomaso Montanari faremo un viaggio sentimentale attorno all’art. 9 per comprendere la funzione civile di Arte, Cultura e Paesaggio;
  • la seconda sulla Sostenibilità e l’Agenda 2030: con il professor Stefano Caserini approfondiremo la questione del surriscaldamento globale, dei suoi effetti e delle azioni di mitigazione e adattamento, per acquisire conoscenze e strumenti validi per preparare gli alunni alle sfide del cambiamento climatico;
  • la terza sulla Cittadinanza digitale: con Rosy Russo, di Parole O_stili, rifletteremo su linguaggio  e  tecnologie a partire dai principi del Manifesto per una comunicazione non ostile, proponendo laboratori e attività pratiche da svolgere in classe per educare i nostri alunni a diventare cittadini digitali consapevoli e responsabili.

Nel pacchetto troverai

Per la classe:

  • 12 video della docu-serie “Viva la Costituzione da utilizzare in classe per apprendere i principi fondamentali della nostra Carta costituzionale;
  • per ciascun video schede didattiche da proporre in classe;
  • 18 ulteriori schede didattiche per lavorare sul libro “Viva la Costituzione” e altre tracce e proposte per lavorare in classe

Per i docenti:

  • 3 Webinar di 2 ore ciascuno, disponibili poi in registrato, con relatori rinomati specializzati nelle tematiche affrontate;
  • un vero e proprio corso online con spazio di confronto sempre aperto tra relatori e colleghi.

La piattaforma, con tutti i contenuti di cui sopra, sarà disponibile fino al 30 giugno 2024, a supporto delle tue lezioni di Educazione civica.


Durata:

  • 12 ore

Calendario dei webinar:

  • 10 gennaio 2024 (ore 16): Cittadinanza digitale: educare a una comunicazione non ostile
  • 25 gennaio 2024 (ore 16): Sostenibilità: la sfida del cambiamento climatico, dalla conoscenza alle azioni
  • 20 febbraio 2024 (ore 16): Costituzione: il valore civico di Cultura, Arte e Paesaggio

Coordinatore: 

  • Andrea Franzoso
    È uno scrittore per ragazzi e un formatore, esperto di educazione civica. Per De Agostini ha scritto #disobbediente! (2018), Viva la Costituzione (2020) ed Ero un bullo (2022). Con Fabbri Editori ha pubblicato (insieme a Ilaria Cucchi), Stefano. Una lezione di giustizia(2021), con Rizzoli, Il Disobbediente (2021). Ha realizzato per Deascuola due docu-serie video: una sul tema del bullismo e una sulla Costituzione.

Il pacchetto:

All’interno del pacchetto proposto, troverai, oltre a tutti gli appuntamenti in diretta, la possibilità di accedere a una piattaforma dedicata con le registrazioni e uno spazio di supporto e confronto con il formatore.

Il pacchetto completo permetterà, inoltre, di certificare la formazione anche sulla piattaforma Ministeriale S.O.F.I.A.


Descrizione dei webinar:

  • Costituzione: il valore civico di Cultura, Arte e Paesaggio (20 febbraio 2024 – ore 16)
    Un viaggio sentimentale attorno all’articolo 9 della Costituzione
    Nel 1948 la Costituzione ha spaccato in due la storia della cultura e della ricerca scientifica italiane, assegnando a spiagge e montagne, a musei, università e chiese una missione nuova al servizio del nuovo sovrano: il popolo, cioè noi tutti. La storia dell’arte è in grande parte la storia del potere di re e papi, granduchi e tiranni, principi e banchieri. Ma il progetto della Costituzione ha cambiato questa storia, dando parole nuove a una tradizione secolare che suggeriva che proprio l’arte e il paesaggio fossero leve potenti per rimuovere gli ostacoli all’eguaglianza e permettere il “pieno sviluppo della persona umana” (art.3 Cost.).Oggi possiamo sentire tutta intera la forza di questa idea: in un mondo in cui siamo sempre meno uguali, il fatto che il paesaggio e l’arte appartengano egualmente a ricchi e poveri è uno dei pochi segni di speranza. Ma le continue minacce al nostro patrimonio culturale e ambientale, il disinteresse e la sua scarsa cura, assieme allo sfruttamento economico e ai continui sfregi che subisce, in ossequio alle leggi del mercato, comportano un degrado della nostra stessa vita civile. Se l’arte e il paesaggio italiani perderanno la loro funzione pubblica, tutti avremo meno libertà, uguaglianza e democrazia. Di qui l’esigenza di educare le nuove generazioni all’amore per il patrimonio culturale e al rispetto del Bene Comune.AGENDA:
    Funzione civile del patrimonio storico, artistico e paesaggistico
    Patrimonio culturale e democrazia
    Arte e cultura, strumenti di inclusione e di cittadinanza
    Patrimonio culturale e liberazione dalla dittatura del presente, dall’illusione di essere i padroni della storia, dalla retorica avvelenata dell’identità
    Idea di nazione e art.9
    La religione del mercato e il dogma della privatizzazione
    La trasformazione della cultura in intrattenimento, la gabbia degli eventi e la disneylandizzazione di arte e paesaggio
    L’anima delle città e la memoria di sé
    Un’educazione sentimentale per riscoprire l’arte e il territorio
    Ricercare il senso autentico dell’Arte: la via per recuperare la nostra umanità e le ragioni di una convivenza universale fondata sulla giustizia e la condivisione
    Il ruolo degli intellettuali e degli insegnanti: costruire una società critica quale condizione per il futuro della democraziaRELATORE:
    Tomaso Montanari
    Storico dell’arte, è rettore dell’Università per Stranieri di Siena. Per Carocci ha pubblicato Art.9 (2018); per Minimum fax, Le pietre e il popolo (2013) e Istruzioni per l’uso del futuro (2014); per Einaudi A cosa serve Michelangelo? (2011), Se Venezia muore (2014), Contro le mostre (2017), L’ora d’arte (2019), La seconda ora d’arte (2021), Chiese chiuse (2021), Se amore guarda (2023).


  • Sostenibilità: la sfida del cambiamento climatico, dalla conoscenza alle azioni (25 gennaio 2024 – ore 16)
    Preparare le giovani generazioni alla transizione ecologica
    Il riscaldamento globale è la grande questione ambientale di questo secolo. La scienza è chiara: entro pochi decenni dobbiamo rottamare l’attuale sistema energetico e costruirne uno basato su efficienza ed energie rinnovabili, per ridurre – fino ad azzerare – il bilancio netto delle emissioni di gas climalteranti che sono la causa del surriscaldamento globale. Eppure non stiamo intervenendo con la rapidità necessaria, continuiamo a rinviare e ad accumulare ritardi.È ormai evidente che la paura e il senso di colpa non sono stati efficaci nel motivare le persone, le imprese, la politica e la società a modificare i propri comportamenti. La minaccia senza la speranza porta a un pessimismo cupo che rende difficile la scoperta, l’analisi e il sostegno alle alternative possibili. La spinta per superare questa paralisi può venire dal riuscire a scorgere un altro futuro possibile. La notizia positiva è che la storia di come gli esseri umani del XXI secolo hanno cambiato il clima del pianeta è in buona parte ancora da scrivere. Le nostre scelte contano: di qui l’importanza di una corretta informazione, dell’educazione e della scuola.AGENDA:
    Gas climalteranti e l’effetto serra
    Gli effetti del surriscaldamento globale
    Clima e meteo
    L’acidificazione degli oceani
    Mitigazione e adattamento al cambiamento climatico
    La necessità di abbandonare le energie fossili
    La transizione verso le energie rinnovabili
    Le case green, l’elettrificazione dei trasporti
    La questione del nucleare
    Rimuovere la CO2 dall’atmosfera
    Meccanismi di negazione consapevoli e inconsapevoli
    La morale comune e il cambiamento climatico
    L’Accordo di Parigi e gli impegni europei per il 2030 e il 2050
    Aspetti critici: terre rare e geopolitica
    Disinformazione climatica e mercanti del dubbio: smascheriamo le fake news che negano il surriscaldamento globale o la sua origine antropicaRELATORE:
    Stefano Caserini
    Docente di Mitigazione dei Cambiamenti Climatici al Politecnico di Milano e professore associato all’Università di Parma, è autore di pubblicazioni scientifiche e divulgative, fra cui sei libri, l’ultimo “Sex and the climate”. Ha fondato e coordina il blog Climalteranti.it ed è co-Direttore della rivista scientifica “Ingegneria dell’Ambiente”.


  • Cittadinanza digitale: educare a una comunicazione non ostile (10 gennaio 2024 – ore 16)
    Un webinar sui temi della cittadinanza digitale attraverso i principi del Manifesto della comunicazione non ostile, per fronteggiare le tante sfide della comunicazione dentro alla Rete. Sfide che siamo chiamati ad affrontare per e con i nostri ragazzi. Perché comprendere le dinamiche e i funzionamenti delle stanze digitali da loro abitate ci permette di svolgere efficacemente le nostre funzioni di guida e vigilanza.In questo contesto, il Manifesto della comunicazione non ostile può diventare uno strumento di dialogo a scuola. Verranno quindi forniti spunti, esempi e attività concrete per lavorare in classe con studenti e studentesse e promuovere la nascita di futuri cittadini digitali responsabili e consapevoli.AGENDA:
    Comunicazione in rete
    Linguaggio inclusivo
    Hate speech
    Fake news
    Privacy
    Web reputation
    I principi del Manifesto della comunicazione non ostile

    RELATORE:
    Rosy Russo
    Ideatrice di Parole O_Stili e di MiAssumo e titolare dell’agenzia di comunicazione Spaziouau. Dal 2016 impegnata nell’attività di divulgazione del manifesto di Parole O_Stili, progetto di sensibilizzazione ed educazione contro l’ostilità delle parole in Rete, nato con l’obiettivo di ridurre, arginare e combattere le pratiche e i linguaggi negativi.

Trovi questa iniziativa formativa anche su S.O.F.I.A. con ID 87815. Iscriviti entro il 30 giugno 2024 per certificare la tua partecipazione.

Video Lezioni
Video lezioni online sempre disponibili per esser seguite in qualsiasi momento e quando si preferisce.

Materiali Didattici
Possibilità di effettuare il download dei contenuti didattici del corso.

Confronto
Interazione, confronto e tutoraggio costanti con il supporto del docente del corso.

Attività Didattiche
Saranno resi disponibili test ed esercitazioni per mettere in pratica i contenuti appresi.

I metodi di pagamento disponibili sono:
I nostri riferimenti bancari:
WikiScuola s.r.l.:
  • Banca: SPARKASSE
  • Codice filiale: Filiale di Milano
  • IBAN: IT96F0604501600000005002912
  • BIC: CRBZIT2B160